Pubblicazioni

"Molti passi avanti verso la tutela dei marchi della profumeria" - Allure, settembre 2019
venerdì 4 ottobre 2019

Dalla possibilità di registrare marchi non convenzionali al rafforzamento della tutela dei marchi notori fino alle nuove sanzioni per gli atti preparatori alla contraffazione. Pubblichiamo l'articolo scritto da Paola Gelato e Patrizia Franceschina di Jacobaci & Partners S.p.A. sul numero di settembre della rivista ALLURE. Per visualizzare l'articolo, clic su Leggi.

Leggi
Articolo sui brevetti vegetali: "Largo Consumo" - novembre 2018
giovedì 13 dicembre 2018

I brevetti delle nuove varietà vegetali e la loro importanza nella moderna economia agricola è l'argomento dell'articolo scritto dall'Avv. Emanuela Truffo e pubblicato sul numero di novembre della rivista Largo Consumo. Per visualizzare l'articolo, clic su "Leggi"

Leggi
In evidenza in Francia: diritti di IP per i punti vendita
lunedì 3 luglio 2017

Secondo la legge francese, diversi strumenti giuridici possono essere utilizzati per proteggere i disegni e gli schemi di vendita al dettaglio contro l'imitazione da parte di concorrenti sleali, di per sé o per il loro contributo alla competitività economica di un'impresa. Tra questi strumenti, i diritti d'autore, i diritti di proprietà industriale e le rivendicazioni di concorrenza sleale possono essere mezzi efficaci per difendere i layout originali e distintivi contro le copie non autorizzate. Pubblichiamo qui l'articolo scritto da Jean-Mathieu Bertho e Aurélie Robert e pubblicato sul forum giuridico inglese "Lexology".

 

Leggi
La Commissione UE propone un nuovo Regolamento su privacy e comunicazioni elettroniche
giovedì 23 marzo 2017

Il 10 gennaio la Commissione Europea ha presentato una proposta di Regolamento concernente il trattamento dei dati personali e la tutela della vita privata nel settore delle comunicazioni elettroniche, destinato ad abrogare la Direttiva 2002/58/EC (“Direttiva ePrivacy”). Questa proposta di Regolamento aggiorna la normativa attualmente in vigore, favorendo una maggiore tutela della riservatezza nelle comunicazioni elettroniche – anche mediante l’allineamento della relativa disciplina all’alto standard delle norme tecniche previste dal recentissimo Regolamento Generale sulla protezione dei dati personali (GDPR) – e di conseguenza contribuendo a istituire strumenti utili al rafforzamento degli scambi internazionali di dati nell’economia digitale, e pertanto allo sviluppo del mercato unico digitale.  Pubblichiamo qui l'articolo scritto da Maria Roberta Perugini e pubblicato sul forum giuridico inglese "Lexology".

Leggi
SURVEY CIPL SULL’ADEGUAMENTO AL GDPR: RILASCIATI I RISULTATI
mercoledì 23 novembre 2016

Il Centre for Information Policy Leadership ha lanciato un sondaggio per valutare i progressi fatti dalle imprese nelle attività preparatorie all’efficacia del Regolamento UE sulla protezione dei dati personali (GDPR). Pubblichiamo una breve descrizione dei risultati e il link al report.

Leggi
"DATI PERSONALI RESI MANIFESTAMENTE PUBBLICI DALL’INTERESSATO” E USO DI DATI PUBBLICATI SU SOCIAL NETWORK: PRIME OSSERVAZIONI ALL’ART. 9, co. 2, lett. e) GDPR
venerdì 4 novembre 2016

Tra i temi di interesse attuale in materia di tutela dei dati personali senz’altro rileva quello dei limiti dell’utilizzo delle informazioni pubblicate sui social network, soprattutto nell’ottica delle novità normative introdotte dal General Data Protection Regulation UE (“GDPR”).

Pubblichiamo un post scritto dall’Avv. Maria Roberta Perugini, che individua le conseguenze su questo tema indotte dall'eccezione al divieto di "trattamento di categorie particolari di dati personali” (art. 9 GDPR) per il caso in cui il trattamento riguardi "dati personali resi manifestamente pubblici dall’interessato” (comma 2, lett. e), pubblicato sul blog dell’osservatorio online sul GDPR http://europrivacy.info”.

Leggi
Stop a Moschillo sul marchio Richmond
mercoledì 5 ottobre 2016

Con ordinanza immediatamente esecutiva del 21 settembre 2016, il Tribunale di Milano ha rigettato il reclamo presentato da Saverio Moschillo, Moschillo S.r.l., Biver S.r.l. e Gioia Milano S.r.l., confermando l'ordinanza cautelare già emessa in data 20 giugno 2016, inibendo al Sig. Moschillo ed alle società sopra menzionate l'uso di qualsiasi marchio, nome, denominazione, nome a dominio, insegna che costituisce o include il nome "JOHN RICHMOND" o "RICHMOND", in relazione a qualsiasi prodotto o servizio, con effetti estesi all'intero territorio dell'Unione Europea". Pubblichiamo l'articolo apparso su "Il Sole 24 Ore" del 29 settembre u.s.

Leggi
Il Tribunale di Milano sancisce la nullità del marchio italiano “logo vacchetta”
mercoledì 11 maggio 2016

Il Tribunale di Milano ha dichiarato che UNIC- Associazione Nazionale Industria Conciaria non potrà mantentere il monopolio sul logo "simbolo vacchetta" per prodotti in pelle/cuoio, dichiarando la nullità del marchio in questione e quindi permettendo agli operatori del settore di utilizzare tale segno distintivo sui prodotti in pelle destinati al mercato italiano. Pubblichiamo l'articolo da noi scritto per il forum giuridico inglese Lexology: https://www.lexology.com/library/detail.aspx?g=3a451332-348f-4601-8b51-b1e1a1f22bf4

Leggi
Out of a jam thanks to the French Court of Cassation: bringing harmony to conflicts of laws in time and space for related rights of perfomers or producers of phonograms
lunedì 27 luglio 2015

La Corte di Cassazione francese ha recentemente spinto verso una migliore armonizzazione delle norme che governano la legge che disciplina il diritto d'autore e le relative controversie , sia in termini di luogo che di tempo.
L'Alta Corte di Francia ha dichiarato che le regole relative ai conflitti tra leggi prevedono che l'esercizio del diritto d'autore e dei diritti ad esso relativi da parte degli artisti interpreti e/o produttori di fonogrammi, devono essere interpretate secondo la legge francese, in quanto legge del paese in cui la protezione è richiesta, alla data in cui si sono verificati gli atti di contraffazione oggetto di lite.
Tuttavia, dato che la legge francese è più rigorosa in merito ai requisiti formali ed è più protettiva rispetto alla maggior parte delle leggi straniere, tali decisioni danno origine ad un significativo grado di incertezza giuridica. Pubblichiamo l'articolo scritto dall'Avv. Jean-Mathieu Bertho e dalla Dott.ssa Aurélie Robert e pubblicato sul forum giuridico inglese "Lexology": https://www.lexology.com/library/detail.aspx?g=d8c071de-c678-4b49-bbca-3db9ab598af6

Leggi
Hands off that domain name! Avast obtains injunction and recovers “avast.it” in record time
lunedì 20 ottobre 2014

In una delle prime applicazioni del nuovo testo dell'art. 133 CPI, la società di antivirus Avast ottiene un provvedimento d'urgenza in corso di causa che la immette immediatamente nel possesso del nome a dominio avast.it nonostante la causa nel merito sia ancora pendente e si annunci prevedibilmente lunga. Pubblichiamo l'articolo scritto dal Dott. Massimo Introvigne e pubblicato forum giuridico inglese "Lexology": http://www.lexology.com/library/detail.aspx?g=3908d6cb-0f72-4d7e-a182-b1e00256d554

Leggi
Un biscotto troppo amaro da buttar giù per Mikado: Tribunale italiano nega tutela alla forma del Mikado
mercoledì 4 giugno 2014

Il 16 aprile, il Tribunale di Milano ha emesso un’interessante decisione in materia di marchi tridimensionali che consistono in forme banali e/o generalizzate.
La decisione in particolare riguardava i noti snack “Mikado”: i biscotti a forma di grissino parzialmente ricoperti di cioccolato (oggetto di registrazione di marchio tridimensionale). Mondelez, titolare delle registrazioni di marchio in questione, ha chiesto il sequestro e l’inibitoria nei confronti di Griesson De Beukelaer, responsabile a suo dire di aver posto in commercio biscotti in violazione dei diritti di proprietà industriale di Mondelez, anch’essi parzialmente coperti di cioccolato. Il Tribunale ha rigettato il ricorso di Mondelez per le seguenti ragioni: quanto alla pretesa contraffazione di marchio, il Tribunale ha evidenziato come le registrazioni di marchio fossero associate ad una forma banale e generalizzata (preso in considerazione il settore “alimentare” complessivamente inteso), nonché funzionale, con ciò implicando la loro potenziale invalidità. Inoltre, secondo il Tribunale, la copertura parziale di cioccolato non può considerarsi “elemento distintivo” in quanto rispondente ad una specifica funzione (ovvero evitare che il consumatore si sporchi le mani quando prende il grissino dalla confezione) e conseguentemente non proteggibile ai sensi dell’art. 9 del c.p.i. Detta esclusione risponde alla necessità di evitare il rischio di creare un monopolio sul prodotto stesso. Analogo ragionamento è stato seguito con riferimento alla domanda di concorrenza sleale (anch’essa rigettata). Pubblichiamo l'articolo scritto dagli Avv.ti Fabrizio Jacobacci e Carmen Castellano e pubblicato sul forum giuridico inglese "Lexology": https://www.lexology.com/library/detail.aspx?g=838612d3-9be9-466c-b633-650593a032b6

Leggi
Stretching Trademark Laws to Protect Product Packaging
mercoledì 19 marzo 2014

Mei mesi di aprile e luglio 2013, il Tribunale civile di Torino ha reso due interessanti decisioni, in sede cautelare, con riferimento ad un caso di look-alike. Infatti, la Corte ha espressamente riconosciuto che la confezione ed il “trade dress” di un prodotto sono costituiti dalla studiata combinazione di un insieme di elementi – inclusi i caratteri grafici, la resa stilistica, i colori ed i contrasti cromatici – che hanno, o in ogni caso possono acquisire, un significativo carattere distintivo nella mente dei consumatori, grazie alla diffusione del prodotto – e conseguentemente del suo aspetto esteriore – con ciò diventando un vero e proprio marchio di fatto. Così definito, il confezionamento di un prodotto è protetto conformemente alla legge marchi, potendo quindi beneficiare di tutti gli strumenti difensivi offerti dal Codice della Proprietà Industriale, che sono più efficaci – anche sotto il profilo dell’applicazione processuale – rispetto alle norme sulla concorrenza sleale. Pubblichiamo l’articolo redatto da Paola Gelato e Francesca Bego Ghina e pubblicato sul forum giuridico inglese “Lexology”: http://www.lexology.com/library/detail.aspx?g=88e2bd38-d321-4b69-a52f-869c3501fba8

Leggi
Bad faith in philanthropy and trademark registrations: what goes around, comes around
venerdì 3 maggio 2013

Nel marzo 2013, il Tribunale di Torino ha emesso una storica sentenza che ha dichiarato nulli alcuni marchi legati ad una nota organizzazione di beneficenza, precisando che la registrazione dei marchi in questione da parte del presidente dell'associazione di beneficenza fosse illegittima perché avvenuta "in mala fede e con l'obiettivo di ottenere un indebito arricchimento ". Inoltre, poiché i marchi erano stati registrati in mala fede, il Tribunale ha altresì annullato un successivo contratto relativo alla cessione degli stessi. Pubblichiamo l’articolo scritto da Lauren Keller e pubblicato sul sito giuridico inglese “Lexology: http://www.lexology.com/library/detail.aspx?g=6eadac71-a3f7-4232-9fa6-d07e46301acd

Leggi
Pharmaceutical business: new borders for the application of abuse of dominant position
martedì 23 aprile 2013

La Corte di Giustizia Europea ha riconosciuto, per la prima volta, l'applicabilità dell'istituito dell'abuso di posizione dominante anche nell'ambito farmaceutico. Infatti, tale settore era rimasto in precedenza esente dall’applicazione di questo istituto, data la necessità di favorire la ricerca e l'innovazione farmacologica. Pubblichiamo l’articolo scritto da Luca Ghedina e Lorenzo Gyulai e pubblicato sul sito giuridico inglese “Lexology”: http://www.lexology.com/library/detail.aspx?g=0fe966ad-c01d-4eeb-b309-baf316b12d87  

Leggi
The bank account freeze: a forceful measure to safeguard the industrial and intellectual property
martedì 23 aprile 2013

Il Tribunale di Torino ha emanato due interessanti pronunce di concessione dei provvedimenti di sequestro conservativo e blocco dei conti bancari previsti dagli artt. 144 e 144 bis del Codice di Proprietà Industriale e 162 ter della Legge sul Diritto d’Autore. Tali pronunce costituiscono due delle rare applicazioni in concreto delle menzionate misure cautelari Nel caso in esame, il blocco dei conti bancari ha costretto la controparte ad offrire una fideiussione bancaria a garanzia del pagamento dei danni riconosciuti all’esito del giudizio di merito. Pubblichiamo l’articolo scritto da Luca Ghedina e Lorenzo Gyulai e pubblicato sul sito giuridico inglese “Lexology”: http://www.lexology.com/library/detail.aspx?g=dc6a0666-7018-4fb1-8db8-6dc1ca966b0f  

Leggi
Protection of applied art works by copyright in France: Counterfeiters wear out their shoe leather before French Courts
mercoledì 17 aprile 2013

Il Tribunale di Parigi ha recentemente stabilito che il sandalo EXTREME DIOR creato da Christian Dior è protetto da copyright ai sensi della legge francese, sottolineando il fatto che l'originalità di tale scarpa è dovuta alla combinazione delle sue caratteristiche sebbene tali caratteristiche - considerate singolarmente - possano risultare banali e/o già di dominio pubblico. Pubblichiamo l'articolo scritto da Jean-Mathieu Bertho e Olympe Vanner e pubblicato sul sito giuridico inglese "Lexology": http://www.lexology.com/library/detail.aspx?g=808ca51f-3e98-4d04-9f1b-51d4df61798a

Leggi
“Employers: beware of an employee’s excessive devotion to the product”
giovedì 4 aprile 2013

Il Tribunale di Torino ha recentemente inibito a Nespresso Italiana S.p.A. il dare informazioni al pubblico sulla interazione tra le capsule da caffè E'SPRESSO realizzate da Casa del Caffè Vergnano S.p.A. e le macchine da caffè Nespresso, ordinandole altresì di modificare il libretto di istruzioni relativo alla macchina Nespresso denominata "U" nella parte in cui si dichiara che l'apparecchio funziona solo con capsule Nespresso. Pubblichiamo l'articolo scritto da Nicoletta Galizia e pubblicato sul sito giuridico inglese "Lexology": http://www.lexology.com/library/detail.aspx?g=6b23ea0b-f55c-41d0-9f5c-418e0a5f18a4

Leggi
Twenty-year saga: Jägermeister vs. Unicum. Devices included in a complex trademark may be independently protected
giovedì 4 aprile 2013

La Cassazione, in un caso seguito dallo Studio Legale Jacobacci & Associati e durato vent'anni esatti - e non è finito - ha stabilito che è possibile attaccare lo stesso marchio, con due azioni separate, e che quando si tratta di marchi complessi per integrare la contraffazione è sufficiente l'imitazione della parte figurativa, anche se nel marchio sia presente una parte verbale che gode di notorietà e il contraffattore usi insieme all'elemento figurativo una parola completamente diversa. Pubblichiamo l'articolo scritto da Massimo Introvigne e pubblicato sul forum giuridico inglese "Lexology": http://www.lexology.com/library/detail.aspx?g=70ef157d-b701-45e6-9d0b-69a1964bc92e

Leggi
Italian court says use of a prominent design in a trademark is no defense if the acronyms are similar
lunedì 11 marzo 2013

Il Tribunale di Bologna ha dichiarato la nullità del marchio figurativo MST sulla base della riconosciuta confondibilità, anche nella forma del rischio di associazione, con il marchio notorio MS, rilevando che le differenze visive tra i medesimi non sono sufficienti ad eliminare la forte impressione di affinità derivante dalla coincidenza della sigla "MS". Pubblichiamo l'articolo scritto da Costanza Manavello e pubblicato sul forum giuridico inglese "Lexology": http://www.lexology.com/r.ashx?l=7HXGHHC. La versione in italiano è disponibile nel documento allegato.

Leggi
L'evoluzione del Product Placement
martedì 2 ottobre 2012

Pubblichiamo il capitolo L'evoluzione del Product Placement curato da Claudia Scapicchio ed estratto dal Rapporto 2011 sul Mercato e l'industria del cinema in Italia Su cortese concessione di Fondazione Ente dello Spettacolo (http://www.cineconomy.com/). L'intera pubblicazione è disponibile qui

Leggi

Theme picker